Le cause e i sintomi della piorrea

Le cause

La principale causa della piorrea è la placca che, in caso d’insufficiente igiene orale, porta l’insorgenza di batteri che penetrano nella gengiva, la danneggiano e la fanno staccare dall’osso. Si crea così uno spazio, detto tasca parodontale, che si allarga sempre di più, fino a fare cadere il dente.



Tra le cause della parodontite ci sono poi fumo, diabete e predisposizioni genetiche.

I sintomi e l'importanza della diagnosi precoce

L’infiammazione iniziale è la gengivite, che danneggia i tessuti superficiali. Tuttavia, i sintomi sono poco evidenti e spesso ci si accorge della malattia quando la situazione è già compromessa.
È‎ fondamentale, quindi, puntare su una diagnosi precoce della piorrea, possibile solo se si seguono le regolari sedute di igiene professionale, eventualmente accompagnate da una valutazione parodontale.