Le protesi dentali

A cosa servono le protesi dentali?

La protesi dentale viene applicata quando mancano uno o più denti per ripristinare le normali funzioni orali, in particolare la masticazione.
In altri casi possono essere sfruttate per correggere imperfezioni, anomalie funzionali o difetti estetici dell'arcata dentale.


Protesi singole e ponti

La protesi singola (o corona) è una capsula che ricopre il dente e lo rende nuovamente in grado di masticare. Questo tipo di protesi dentale può essere in oro o in materiali più simili ai denti naturali, come ceramica e zirconio.
Se mancano più denti, la soluzione migliore è il ponte, ovvero una protesi in grado di ricoprire più spazi, o la dentiera per ricoprire un'intera arcata, garantendo la masticazione e ripristinando l’estetica del sorriso. In alcuni casi si possono eseguire anche protesi su impianti, che poggiano su viti in titanio e non sui denti naturali, garantendo comunque un risultato valido.

Protesi fisse e protesi mobili

Le protesi possono essere fisse se sostituiscono gli elementi dentari naturali con manufatti artificiali definitivi e stabili, come faccette, corone e ponti. Si definiscono mobili se sostituiscono l’arcata completamente o in parte e possono essere rimosse dal paziente per effettuare l’igiene quotidiana.